Proteggi il tuo marchio! ti bastano 300€

Proteggere il proprio marchio non è così costoso quanto può sembrare, ma farlo è sicuramente la prima cosa da fare per chi vuole avviare un’attività.

Per depositare un marchio in Italia, si spendono all’incirca 300 euro più 43 euro per ogni categoria aggiuntiva.

 

Facendolo senza un consulente, si possono risparmiare altri 100 euro, ma occhio a farlo da soli, perchè le indicazioni date in fase di deposito influenzeranno non di poco lo stato di protezione del marchio stesso.

Mi spiego meglio:

Il modulo MA.RI. (Modulo domanda registrazione marchio d’impresa) di UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) mette a disposizione del depositante la possibilità di indicare colori, categoria e soprattutto di descrivere il marchio stesso.

Tutto questo può trasformarsi in un arma a doppio taglio se non viene fatto correttamente, poichè si rischia di incorrere in un competitor che pur avendo un nome diverso, potrebbe fare opposizione al vostro marchio annullandone la registrazione.

 

Cosa si intende per opposizione e come si fa

Il procedimento di opposizione inizia quando un soggetto, già titolare di un marchio,  ritiene che il suo diritto esclusivo sul suo marchio sia seriamente messo in pericolo da un nuovo marchio depositato ma non ancora registrato che sia identico e/o simile al proprio.

L’atto di opposizione va fatto entro 3 mesi dalla data di deposito del marchio, e serve a bloccare la registrazione del marchio che si ritenga lesivo nei propri confronti.

La domanda di Opposizione che deve contenere l’indicazione del marchio in pericolo e l’indicazione del marchio che si ritiene lesivo costa circa 500 euro.

Attenzione però! va messa in conto l’eventuale “sfida legale” tra i titolari dei due marchi.

 

Ricerca, ritiro e trascrizione

  1. RICERCA Prima di depositare il proprio marchio, è sempre bene effettuare un approfondita ricerca per verificare l’eventuale presenza di competitor che potrebbero opporsi alla vostra registrazione o addirittura chiedere un risarcimento economico. A tal proposito UIBM mette gratuitamente a disposizione di tutti gli utenti un motore di ricerca consultabile da chiunque.
  2. RITIRO In caso di cambio idea o in accordo con un competitor, si può decidere di ritirare il proprio deposito, sempre tramite un apposito modulo spendendo all’incirca 300€. In questo caso si perde ogni diritto sul marchio depositato.
  3. TRASCRIZIONE Qual’ora abbiate venduto o ceduto gratuitamente un nuovo marchio, è bene per l’acquirente trascrivere presso l’UIBM il cambio di proprietà del marchio. La procedura costa all’incirca 280 euro alle quali vanno aggiunte circa 300 euro in caso di scrittura privata da registrare presso l’agenzia delle entrate.

 

Omnibus, da oltre 10 anni offre consulenza a 360° in tal merito.

Inoltre depositiamo marchi e brevetti in europa e nel resto del mondo.

Chiedi un preventivo gratuito allo 0883.566813 / 347.1787918

info@omnibusandria.it

 

 

OmnibusAndria - All rights reserved.